sezione   LODI  gli scrittori   

 

              ANITA CERRATO               

                      presenta:                        

          Il Sammartino        

" Il Sammartino" è un piccolo viaggio nel passato, che narra di vicende accadute realmente nel lodigiano, nei primi del Novecento. E’ nato grazie alle insistenze di mio nonno, che appena partorito fu lasciato al brefotrofio di Milano e, di seguito, preso in affido da una famiglia di S.Colombano. Per tutta la vita ebbe la curiosità di conoscere chi fosse il suo vero padre, mentre di sua mamma aveva saputo che era una povera disgraziata, che lo aveva partorito a diciassette anni e poi era stata costretta ad abbandonarlo.

Quando il nonno morì, mio zio si mise alla ricerca di notizie sui nostri avi e riuscì a risalire alla sua storia attraverso diversi documenti. Vennero alla luce dei fatti talmente affascinanti che non potevano non essere raccontati: con molta probabilità il papà del nonno era un giovane ragazzo figlio di nobili. Partendo dalle testimonianze cartacee, che ovviamente sono riportate sostituendo i nomi originali, il racconto si è svolto da solo, grazie anche alle memorie dei racconti di vecchie zie e della nonna, con l’aggiunta di un pizzico di fantasia.

Ho scritto questo racconto per un reale attaccamento ai miei nonni: vorrei che tutto il mondo sapesse che persone sono state. Mio nonno, in realtà, era un uomo degno e integerrimo come al giorno d’oggi non se ne trovano più. Mia nonna Teresa era la donna più dolce e docile che sia mai esistita, sottomessa come solo potevano esserlo le mogli di una volta, che immolavano la propria vita ai mariti. La mia vita stessa è un inno a loro, un continuo cercare di tenere viva la loro memoria attraverso i loro gesti, che tento di ripetere, attraverso i ricordi e il continuo chiedermi come si sarebbero comportati loro nelle situazioni che la vita mi offre. Questo racconto vuole essere il riscatto del nonno, perché in lui era forte il sangue nobile e non tollerava di essere stato rifiutato da suo padre, e anche il mio memento, perché rappresenta i ricordi più significativi e dolci di una vita.

 

 

Massimiliano Brugnoli,

scrittore creativo lodigiano,

tecnicoscientifico e culturista

 
http://www.shopmybook.com/it/Massimiliano-Brugnoli/RACCONTI-DAL-PROFONDO